Tristezza

 

A volte ho delle venature di tristezza che non so dire neppure io stessa. Mi si appiccicano così come mantelli sulle spalle, e non riesco a farli cadere, non so farli cadere. Se sollevo lo sguardo, un certo sole mi osserva e sembra dirmi: “L’estate è vicina,” mi tende la mano… voglio dargli la mia, per fare quel solito giro insieme, a scoprire qualcosa. Ecco che i mantelli cadono dalle spalle, naturalmente, per il movimento del mio braccio, l’allungarsi della mia mano; sorrido.
Buongiorno giorno.

Nella foto: vicino a Natale, quanti bimbi sorpresi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *