Buongiorno

 

Mi piace aprire gli occhi lentamente, fino a lasciare penetrare piano il chiarore del mattino da fuori e abituarmi a lui, vedere che il buio, buio non è più. Il giorno chiama; metto giù per primo il piede destro, ancora come raccomandava la mia mamma: ‘Per iniziare bene la giornata’. In cucina mi aspetta Luce, la mia cagnotta, facciamo colazione insieme, in soggiorno, guardando l’abete che ogni giorno è più maestoso e io mi dico: ‘Non è un albero che appartiene al paesaggio di una città come Firenze.’ È così il mio buongiorno al giorno.

Nella foto Il Pirigufo di Vanzuk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *