Quelli che

 

Quelli che ti dicono:

“Non ti fai mai viva.”

“Puoi chiamarmi, se vuoi.”

“Non ti sento mai.”

Anche:

“Vorrei prendere un caffè con te, chiamami che fissiamo.”

A tutti dico: “Sì, va bene” e li guardo negli occhi; gli occhi perché è lo sguardo che rivela l’intenzione, la sincerità, anche il sentire di una persona, se il sentire c’è. Spesso negli occhi non trovo neanche una domanda, allora giro i tacchi e vado, il dispiacere non dura niente, so di non aver lasciato nulla per strada: neppure un briciolo d’anima.

Buongiorno giorno di sole di marzo: battimi in fronte senza farmi male, è ancora carnevale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *