Fritto

 

Mi piace il fritto, sembra riempire, a volte, la mia consapevolezza. Dopo l’odore dell’amore è quello il più pregnante. Il suo incanto si espande nell’essere indigesto; non così diverso da un bene stracciato, fuso in olio bollente, apparecchiato anche a tavola, quasi ogni giorno. E puoi mangiarlo in piedi, passeggiando ovunque, sognando paesaggi differenti, lontani. Ti resta dentro a lungo, forse, questa è la sua migliore magia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *